Ibiza, assieme a Formentera, è l’isola più conosciuta e visitata dai turisti dell’arcipelago spagnolo delle Isole Baleari grazie alle bellissime e numerosissime spiagge, ma soprattutto grazie ai tanti locali per il divertimento notturno. Per godersi la vacanza in tutti i sensi, è necessario sapere come muoversi ad Ibiza, quali sono le spiagge più belle, dove soggiornare e quali sono i locali più alla moda. Muoversi ad Ibiza non è affatto difficile, vuoi per le dimensioni ridotte dell’isola e grazie soprattutto alla rete dei trasporti molto efficiente: gli autobus collegano tutte le città e sono davvero economici, da 1,50 a 2,30 euro, a seconda del tragitto, passano ogni 10 minuti e d’estate sono organizzate navette notturne allo stesso prezzo. Costano qualcosa in più i traghetti, ma volete mettere il gusto di ammirare l’acqua cristallina ed il paesaggio. I taxi sono efficienti ma costano cari, per godersi appieno la vacanza l’essere autonomi è quello che ci vuole: la migliore idea è quella di noleggiare una bicicletta o uno scooter e muoversi quando e dove si vuole. E’ consigliabile prenotare un appartamento a Playa d’en Bossa, la località turistica più famosa di Ibiza: vi si trovano le discoteche più alla moda e detiene con orgoglio il titolo di spiaggia più lunga dell’isola.Potrete affittare un appartamento a Playa d’en Bossa per tutte le tasche, dal più economico al 5 stelle extra lusso.
Ma nonostante Playa d’en Bossa sia la spiaggia più lunga, non è la più bella, infatti la più frequentata e famosa è Las Salinas: acque cristalline e paesaggi da cartolina. Il secondo posto spetta a Cala Conta, che si trova a ovest: questa è meno frequentata dai turisti, molto più tranquilla e adatta alle famiglie. Per ultima citiamo Cala Salada: impervia da raggiungere, ma il panorama vale la fatica. Ma Ibiza, oltre alle bellezze paesaggistiche e naturali, è famosa soprattutto per il divertimento notturno, con le sue discoteche, lounge bar, discoclub e funky club. Pensate che due dei locali più frequentati, l’Amnesia e il Pacha, sono stati aperti già negli anni ’70. Citiamo anche il Jockey Club e il Ku Club, ricordandovi che sono i DJ a fare il locale: i locali di Ibiza infatti attirano i migliori DJ da parecchi anni. Non è una vera vacanza se non si assaggiano i piatti tipici del posto: consigliamo il sofrit pagès, carne di agnello e pollo, il guisat de peix e il peix sec, piatti a base di pesce, le orelletes, un dolce aromatizzato all’anice, la borrida de rajada, un piatto tipico dove l’ingrediente principale è la razza e il tonno alla ibizenca.