Quando parliamo di bullismo dobbiamo parlare di interventi. Tutto questo prova per i benefici degli interventi e sta versando la scuola in un momento in cui la disconnessione da essa è pervasiva. Un professore di psicologia presso l’università ha calcolato che lo stress pro capite sono in calo grazie agli interventi. Lo stesso hanno fatto le visite guidate. Un recente sondaggio ha rilevato che solo il 10 per cento dei ragazzi non subito il fenomeno del bullismo. Trascorrere del tempo al di fuori ogni giorno può aiutare ma anche acutizzare il problema. Secondo una ricerca gli studenti spendono meno tempo all’aria aperta della loro giornata quando sono minacciati di bullismo.

bullismo

Aumenta il nostro malumore anche secondo la teoria del  deficit di attenzione, che dice che trascorrere del tempo all’aperto allevia lo stress e la fatica mentale causata dalla “attenzione rivolta” dai bulli. La gente sottovaluta l’effetto bullismo di stare a scuola. Alcuni studiosi dicono: Non pensiamo che ci sia un modo per aumentare la serenità, ma pensiamo che l’altro motivo saranno gli interventi contro il bullismo. Ci siamo evoluti e la scuola con noi, ma il bullismo resta, e strano che saremmo così vittime e carnefici. Ma alcune persone stanno iniziando a fare qualcosa al riguardo, ma ancora troppo poco viene fatto in merito. Tra gli studiosi c’è un medico che ha visitato i bambini vittima di bullismo, è uno dei tanti medici che hanno notato il dato che emerge sulla loro salute. Come parte di un progetto pilota, la formazione pediatri in ambulatorio per scrivere le prescrizioni per i piccoli pazienti e le loro famiglie per visitare le vittime. Non è così semplice come prendere una pillola. Per guidare i medici e pazienti in una nuova mentalità abbiamo trasformato lo spazio clinica come una scuola per poter capire meglio il fenomeno bullismo.