Quando si vuole intraprendere una dieta dimagrante, non si può prescindere dall’allenamento aerobico. Le attività aerobiche hanno il merito di utilizzare i substrati energetici (i grassi, i carboidrati ed una piccola parte di proteine) per generare l’energia che serve a soddisfare le esigenze metaboliche dell’organismo. Discipline sportive ad elevato consumo di carboidrati e grassi, oltre che di calorie, sono il ciclismo, lo sci di fondo ed il podismo, tutte attività che prevedono la massima ossigenazione muscolare. Lo spinning è una disciplina mutuata dal ciclismo su strada che può essere praticata anche al chiuso di una palestra e che ha il grande merito di indurre l’organismo a bruciare ingenti quantità di grassi. A tal proposito, si stima che 3 o 4 sedute di spinning per settimana possano eliminare una parte considerevole del grasso addominale, sebbene tale attività vada abbinata ad una dieta equilibrata e completa dei nutrienti necessari. I corsi di spinning prevedono sedute di gruppo della durata di 45-50 minuti ed un’intensità della pedalata che varia a seconda delle istruzioni dell’insegnante e dei ritmi della musica. Lo spinning è una disciplina adatta a chiunque e la cui intensità può essere personalizzata di volta in volta in base alle proprie capacità.
Agisce sui muscoli delle cosce, sui glutei e sulla regione addominale, sempre secondo il principio caro a questo sport, ovvero il cosiddetto “overload”, il sovraccarico. In altre parole, il fisico e i distretti muscolari interessati saranno di volta in volta chiamati ad adattarsi ai carichi di lavoro crescenti. Inoltre, l’aumentato tasso metabolico raggiunto tramite l’allenamento, fa in modo che il corpo bruci le calorie in eccesso non soltanto durante l’attività fisica, ma anche a riposo, nei giorni immediatamente successivi all’allenamento. La pedalata a ritmi sostenuti è in grado di attivare la produzione di acido lattico, con il conseguente intervento del sistema cardiovascolare, chiamato a riassorbirne le quantità in eccesso. In tal modo, l’intero organismo finisce per diventare più ricettivo agli stimoli, nonché più reattivo nel caso di accresciute richieste metaboliche. Lo spinning, se praticato con costanza ed intensità, può offrire ottimi risultati, paragonabili a quelli ottenuti praticando il nuoto a buoni livelli. Con lo spinning è possibile perdere peso, tonificare molti distretti muscolari ed ottenere importanti benefici dal punto di vista cardiovascolare.